• Successione telematica al via dal 1 gennaio 2019

    La dichiarazione di successione telematica

    20/03/2018

    A partire dal 1 gennaio 2019 sarà obbligatorio avvalersi dell’invio telematico della dichiarazione di successione con esclusivo utilizzo del nuovo modello “Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali”, conforme a quello approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, disponibile sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it, con le relative istruzioni, unitamente ad uno specifico prodotto software per la compilazione, il calcolo e il pagamento telematico delle imposte dovute (imposte ipotecaria e catastale, tassa ipotecaria, imposta di bollo e tributi speciali, da autoliquidare), nonché per l’invio e stampa del modello. L’imposta di successione continuerà ad essere liquidata dall’ufficio territorialmente competente alla lavorazione della dichiarazione. La versione aggiornata del modello recepisce le nuove disposizioni in materia di agevolazione per l’acquisto della prima casa e di immobili inagibili a causa di eventi sismici recate dal d.l. 20 giugno 2017, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla l. 3 agosto 2017, n. 123. La dichiarazione di successione è trasmessa direttamente dal dichiarante e/o dagli intermediari abilitati, come ad esempio professionisti e Caf; dall’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate competente per la FIMAA ROMA - CONFCOMMERCIO ROMA Via Marco e Marcelliano, 45 00147 Roma Tel +39 0668437204. - Fax +39 0668437586 fimaa.roma@confcommercioroma.it www.confcommercioroma.it lavorazione. La presentazione del modello può essere effettuata anche presso l’Ufficio territorialmente competente, in relazione all’ultima residenza nota del de cuius, per il successivo inoltro telematico. Con riferimento alle dichiarazioni di successioni telematiche presentate con la nuova versione del modello, a seguito di pagamento dell’imposta di bollo e dei tributi speciali, è stato previsto il rilascio di un’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione. La predetta attestazione è resa disponibile all’utente che ha trasmesso il modello dichiarativo tramite i servizi telematici, successivamente alla verifica del versamento e della regolarità della dichiarazione; è, altresì, munita di un apposito contrassegno, di un codice identificativo e di un codice di verifica, che consentono di verificare l’originalità del documento direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Tale procedura telematica, a differenza di quanto accade per le dichiarazioni presentate in formato cartaceo, permette già di richiedere una copia conforme della dichiarazione di successione qualora presentata telematicamente, senza doversi recare presso gli uffici dell’Agenzia. Con la presentazione del nuovo modello di successione, salvo casi particolari, le volture catastali sono eseguite in automatico se non diversamente disposto dal contribuente che, pertanto, può decidere di non avvalersi del servizio di voltura automatica; in tale ipotesi, entro 30 giorni dalla registrazione della dichiarazione di successione, deve presentare la richiesta di voltura degli immobili al competente ufficio del Territorio dell’Agenzia delle Entrate. Nel caso di immobili ricadenti nei territori ove vige il sistema del libro fondiario (Sistema Tavolare), per quelli gravati da “oneri reali”, nei casi di eredità giacente/eredità amministrata e di trust, la dichiarazione non consente di eseguire la voltura catastale in via automatica, i cui adempimenti continuano ad essere svolti presso i competenti uffici. La presentazione cartacea del modello (conforme a quello approvato), all’ufficio territoriale competente, tramite raccomandata o altro mezzo equivalente dal quale risulti con certezza la data di spedizione, è consentita in via eccezionale unicamente ai residenti all’estero, se impossibilitati alla trasmissione telematica. Il modello si considera presentato il giorno in cui viene consegnato all’ufficio postale. Se il defunto risiedeva all’estero, ma in precedenza aveva risieduto in Italia, la dichiarazione di successione deve essere presentata all’ufficio dell’Agenzia nella cui circoscrizione era stata fissata l’ultima residenza italiana. Se quest’ultima non è conosciuta, la dichiarazione va presentata presso la Direzione Provinciale II di ROMA - Ufficio Territoriale ROMA 6 - EUR TORRINO, in Via Canton 20 - CAP 00144 Roma.

    Fonte FIMAA Roma Confcommercio Roma del 20.03.2018

    LAPRESTIGE RE Immobili di Valore news

    Indietro